Rivara-festiva-band-canavesane-3 Rivara-festiva-band-canavesane Rivara-festiva-band-canavesane-1 Rivara-festiva-band-canavesane-2RIVARA – Sabato scorso, 15giugno, si è svolto, a Rivara, il primo Festival delle Band Canavesane, organizzato dall’associazione A.P.R.I. (Associazione Piemontese Retinopatici e Ipovedenti) in collaborazione con il Comune di Rivara, la Comunità Montana Alto Canavese, la Pro loco di Rivara, e i Comuni di Busano, Forno Canavese e Pratiglione nonché con il Patrocinio dei Comuni di Favria, Front, Levone, Lombardore, Pertusio, Prascorsano, Rivarossa, Rocca Canavese, Salassa, San Francesco al Campo, Vauda e Canischio. Nella suggestiva cornice del parco di Villa Ogliani di Rivara, si sono esibite sei band canavesane: Seta Flo(w), Still Line, Beautiful Garbage, Silvacore, Extré e Sistema.

«Abbiamo ritenuto di lanciare un esperimento, – afferma Pericle Farris, Vice-Presidente dell’APRI – che pur sembrando esclusivamente ludico, assume, invece, un aspetto squisitamente didattico. Si è trattato di un festival di giovani e meno giovani che ha rappresentato un momento unificante tra generazioni e tra persone diverse, con disabilità, normodotati e volontari.”
A Rivara è stata aperta una sede dell’A.P.R.I. , gestita da Jolanda Bonino, che, oltre a sviluppare i propri servizi presso i comuni limitrofi di tutto il Canavese, mette in pista per il 2013 progetti aggreganti e socializzanti per l’integrazione e inclusione sociale di tutti coloro che, per svariati motivi e diverse ragioni, continuano a vivere ai margini della società.
«La musica – aggiungono Alex Prestipino e Marco Furfaro, volontari APRI e coordinatori artistici del progetto – è da sempre un vettore di aggregazione, un momento ludico e culturale che rappresenta un momento nel quale, vengono superate inibizioni, emarginazioni e quant’altro tenda a isolare le persone.»

«D’altronde, lo sforzo che l’associazione si sente di compiere – commenta Marco Bongi, Presidente del sodalizio – serve a dimostrare che la disabilità non è limitativa nel determinare condizioni di vita migliori per tutti i cittadini. Inoltre, la musica, essendo una forma di espressione artistica, è molto congegnale ai disabili visivi e può fare da stimolo e da traino per l’impegno sociale sul territorio.»

VIDEO:

videocamera Rivara Immagini dal 1° Festival Band Canavesane sulle note dei Seta Flo(w)