TORINO – Originaria di Torino la coppia uccisa nel Ferrarese

La coppia, quindici anni fa, lavorava in una mensa a Venaria Reale

0

TORINO – Era originaria di Torino, la coppia uccisa dal figlio 16enne e da un suo amico, a Pontelangorino, nel Ferrarese.

Salvatore Vincelli, 59 anni e Nunzia Di Gianni, 45, una quindicina di anni fa lavoravano in una mensa a Venaria Reale in via Cuneo, per la Onama: lei cuoca e lui direttore. E a Torino studia Ingegneria del Cinema, l’affezionatissimo fratello 25enne dell’uomo.

vincelli-di-gianniLa coppia è stata uccisa in casa con dei colpi in testa sferzati, pare, con un’ascia. I due giovani hanno confessato il delitto, aggravato dalla premeditazione.
I Carabinieri hanno recuperato l’ascia e i vestiti sporchi di sangue dei due ragazzi, in un corso d’acqua in frazione Caprile.

Era stato proprio il figlio a dare l’allarme in lacrime, prima a una zia e poi ai carabinieri. Dopo una serie di perquisizioni e di ricerca di riscontri all’ipotesi, emersa fin dai primi atti di indagine. L’altro giovane sarebbe l’amico da cui aveva dormito la notte precedente. Il cadavere della madre era stato trovato vicino al letto, quello del padre in un garage, dove era stato trascinato dall’abitazione.

Print Friendly
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here